Cohousing solidale, da Milano a Cagliari case a prezzi accessibili per integrare chi non può permettersi un affitto

I destinatari sono single e famiglie in temporaneo disagio economico: una fascia sociale “a povertà relativa”, che non ha i requisiti per la presa in carico da parte dei servizi sociali ma neanche risorse sufficienti per cercare un appartamento sul libero mercato. Nei condomini spazi in comune per socializzare, laboratori e in alcuni casi progetti di accoglienza dei migranti.

di Raffaele Nappi

Continua su: ilfattoquotidiano.it

2018-09-17T16:35:11+00:00 giugno 27th, 2016|Dicono di noi|